in Montagna...
Fosseno - La Minéra dal Chömat...
torna alla Home Page...
- Tra due laghi - Vergante, Valle dell'Agogna, Mottarone, e dintorni...


 

   Fosseno : La Miniera del Chömat.


 Durante gli anni 1871/1874 furono richiesti i primi permessi per ricerche minerarie nella zona del Sass dal Pizz e in quella del Rio Oneglia nell'area chiamata ancora localmente in Cama.

 Altre ricerche furono effettuate intorno al 1938, si cercavano oro, argento, piombo, ferro e anche minerali di arsenico e solfuri misti; ulteriori permessi furono richiesti nel 1953 e nel 1955 ma non sembra siano stati messi in pratica.

 

 

 Dal lavatoio di Fosseno, si segue la stradina sterrata (ignorando la deviazione sulla destra verso il Sass dal Pizz), che in breve tempo porta nelle vicinanze del ponticello posto alla congiunzione del Rio Oneglia col suo affluente, il Rio Chömat.

 A valle del ponte si trova (sul versante opposto), l'ingresso della galleria inferiore; come spesso accade, a causa del materiale accumulato, l'apertura risulta ristretta, ma all'interno si trova un'ampia galleria lunga circa 25 metri scavata ad altezza d'uomo.

 La galleria è rettilinea, e il sole, di mattina, riesce ad entrare per un breve tratto; sul fondo si trova l'acqua (che non può più defluire verso l'ingresso), la cui profondità può arrivare in alcuni punti anche a 30/40 cm (come nell'occasione dell'ultima visita).

 Sulla volta della galleria si osservano alcune concrezioni di ossido di ferro che hanno formato delle piccole stalattiti; osservando bene le pareti, si vedono alcuni insetti e molluschi che vivono in questo ambiente dove la temperatura rimane costante in tutte le stagioni (in inverno, a parte l'umidità, la temperatura è gradevole...), mentre sul fondo si aggirava una larva di Salamandra, questo anfibio, per riprodursi, preferisce le acque ossigenate e non inquinate presenti in queste cavità sotterranee.

 

 La galleria superiore si trova un centinaio di metri a monte del ponticello, di fianco al Rio Chömat, subito dopo l'ingresso si trova sulla sinistra un pozzo (l'acqua è limpidissima e di un bel colore turchese...), che risulta profondo circa 6 metri; si vede un tronco vicino al bordo, probabilmente un tempo c'erano dei gradini che ne facilitavano l'accesso, il pozzo era stato scavato probabilmente per seguire una vena di minerale.

 La galleria prosegue in salita per quasi trenta metri, ma è in parte franata; all'inizio, sulla destra, si vede una tacca quadrata che forse faceva da supporto per uno dei tronchi di legno usati per l'armatura, che in questo caso doveva essere la volta della galleria che probabilmente proseguiva in piano.



   Bibliografia : Miniere e minerali del Vergante e Val d'Agogna - GASMA - Arona 2014

 
vai alle immagini →  



Aggiornamento :

Attualmente sono presenti, presso la galleria superiore,
cartelli con divieto di accesso che avvisano del pericolo di crolli...
Cerca nel sito :
Loading

in Valgrande...  ← in Valgrande Foto © www.in-montagna.it (e-mail)