in Montagna...

Alpe Nezza (e le frazioni di Montecrestese...)

torna alla Home Page...
in Montagna in Ossola...

La Valle del Rio Fenecchio e l'Alpe Nezza.

Le frazioni di Montecrestese.


   Difficoltà EE (T per il giro delle frazioni)
 

 

 Un giro nella zona della Valle dell'Isorno, che presenta aspetti contrastanti ma ugualmente interessanti; la prima parte verso la valle del Rio Fenecchio, all'Alpe Nezza, in una zona poco frequentata e da tempo abbandonata dagli alpigiani, cercando le tracce dei vecchi sentieri; e la seconda parte visitando le belle frazioni dell'esteso Comune di Montecrestese dove si respira ancora a tratti, l'atmosfera della vita legata alle attività agricole e pastorali dei tempi passati...


 Si tratta di un giro ad anello con partenza e arrivo a Pontetto (piccolo parcheggio di fianco al ponte sull'Isorno), si segue la strada asfaltata che entra nella valle sul versante sinistro idrografico, si passa dalla centrale di Pontetto e in seguito si arriva alla centrale Ceretti (sullo spiazzo il "monumento" con la turbina Pelton), di fronte al punto in cui si congiungono il Rio Fenecchio e l'Isorno che arriva passando in una stretta gola rocciosa sbarrata a valle da una piccola diga, a fianco scendono i tubi della condotta forzata.

 Qui termina la strada e si segue una traccia che continua sempre sulla destra (sinistra idrografica) del torrente, lungo il disagevole percorso si trovano i tagli dei rami e anche segni di vernice che indicano il percorso, percorso che probabilmente, nelle stagioni in cui la vegetazione riprende lo sviluppo, diventa ancora più disagevole...

 A tratti può essere preferibile camminare nel greto del torrente; si passano un paio di vallette laterali che scendono dalla destra, la Valle del Bianco e quella più marcata che si trova a sud della dorsale che si risalirà.

   - Aggiornamento :

 Ritornato in zona dopo qualche tempo, il percorso di accesso al sentiero che sale a Nezza seguito in occasione del giro descritto in questa pagina, non è più consigliabile; ora si può seguire un sentiero che supera alcune volte il Rio Fenecchio, oppure la lieve traccia del sentierino ancora riportato sulle mappe che traversa su una cengia il versante destro idrografico sopra il rio, vedi questa pagina.


 Superato lo sbocco della seconda valletta, alcuni vecchi segni di vernice indicano il percorso che sale sulla destra, in seguito si trova, per gran parte del percorso, un buon sentiero che sale ripido nel bosco; sono presenti anche segni di vernice che indicano la via che conduce ai primi terrazzamenti e poi alle baite ormai in rovina dell'Alpe Nezza 1034 m.

 L'Alpe Nezza era il più grosso e importante alpeggio di questo versante, numerose sono le baite presenti, e sul pericolante muro di una di esse si può ammirare un affresco...


 Ridiscesi al Rio Fenecchio lungo il percorso di salita, si segue verso valle per un tratto il largo solco del torrente, poi gli sporadici segni di vernice conducono verso destra nella zona di Mulera 586 m.

 Si sale nel bosco raggiungendo una dorsale panoramica che conduce alla condotta forzata che scende verso la centrale vista all'inizio del percorso, la si traversa e si giunge alle baite inferiori del vasto nucleo di Aulogna; qui si trova l'evidente sentiero che scende in direzione della stretta e profonda gola rocciosa dove scorre l'Isorno; si traversa sul caratteristico Ponte del Diavolo e si risale nuovamente sbucando a 747 m. alla Cappella d'scima d'val nel largo e soleggiato pianoro di Altoggio una delle numerose frazioni che compongono il Comune di Montecrestese.

 Da Altoggio si ritorna verso valle in direzione di Pontetto seguendo in gran parte il percorso della vecchia mulattiera (i tratti sull'asfalto sono veramente pochi...), e visitando alcune delle numerose frazioni che compongono il vasto Comune di Montecrestese; si passa dai caratteristici nuclei rurali dove si trovano ancora i forni e i torchi che si usavano un tempo, e si attraversano numerosi vigneti ancora ben curati incontrando diverse Cappelle.


 Maggiori informazioni sui luoghi di interesse della zona si possono trovare sul sito del Comune di Montecrestese.


Tempo per questo giro 6/7 ore.


 Alla base dell'affresco di Nezza, si riesce ancora a leggere (parzialmente), una scritta con la data, risalente al 1656...

" Giovanni Mate (?) di Gionio (?) a fatto fare 1656"
1656






vai alle immagini →  



vai alle immagini →  


















Cerca nel sito www.in-montagna.it :

in Valgrande...  ← in Valgrande Foto © www.in-montagna.it (e-mail)


   Valle Vigezzo,
   Valle Isorno,
   Fenecchio
   e dintorni... :



   Bassa Ossola :