in Montagna...

Laghi di Antrona e Campliccioli (e Alpe Loro...)

torna alla Home Page...
in Montagna in Ossola...


Giro dei Laghi di Antrona e Campliccioli, e visita all'Alpe Loro...


 Valle Antrona > Antronapiana > Lago di Antrona.

 

 

 Una tranquilla e piacevole escursione in Valle Antrona, per un itinerario giustamente frequentato, il classico giro dei Laghi di Antrona e Campliccioli.

 (Ma naturalmente, visto c'era la possibilità, abbiamo fatto l'usuale piccola "divagazione"... in questo caso per visitare il ripido versante dove sono poste le numerose baite, ormai in rovina, dell'Alpe Loro).

 Per questo giro si può anche partire da Antronapiana allungando un poco l'escursione, oppure più "comodamente" dal Lago di Antrona, come fatto in questa occasione.

 

 Giunti (con Fiorenzo) ad Antronapiana, saliamo in auto al Lago di Antrona 1073 m. dove si segue il largo sentiero lungo il versante destro idr. fino al bivio segnalato dove sale la bella mulattiera che, passando dall'Alpe Piana 1240 m. sbuca sulla stradina asfaltata che si segue per un tratto, poi una scorciatoia segnalata conduce nei pressi della diga del Lago di Campliccioli 1352 m.

 Si continua per un lungo tratto seguendo i binari della decauville utilizzata un tempo per il trasporto dei materiali utilizzati durante la costruzione degli invasi artificiali in zona (ora pare "riciclata" per il trasporto della legna, vedi foto 13 e 14...); il percorso segue il versante destro idrografico del lago (il cui livello pareva abbastanza basso in questa occasione...), poi al termine dei binari si continua lungo il sentiero che porta al ponte sul Torrente Troncone (sulla sinistra sale il sentiero per Lareccio).

Link alla cartina ↓


 Superato il torrente, il sentiero giunge all'Alpe Granarioli 1412 m. e poi ritorna lungo il versante sinistro idr. del Lago di Campliccioli passando dall'Alpe Vassoncino inferiore ca. 1370 m. proseguendo e avvicinandosi alle costruzioni dell'ENEL si può anche scendere alla spiaggia del lago, poi si raggiunge un bivio del sentiero dove sulla sinistra sale il sentiero per Camposecco.

 All'Alpe Loro :

 Durante il giro del lago, si vedeva il ripido versante dove sono situate (a varie quote), le baite dell'Alpe Loro e allora decidiamo di andarci per un breve visita.

 Si sale seguendo il sentiero segnalato per Camposecco passando da alcuni ruderi, giunti nei pressi della bella cascata del Rio Banella [foto 7], si lascia il sentiero segnalato per traversare il torrente su un ponticello in cemento raggiungendo poi le baite dell'Alpe Loro di sotto 1567 m. fino a qui non ci sono difficoltà, se si vogliono visitare gli altri gruppi di baite, si procede su vaghe tracce di sentiero e su pendii ripidi.

 Traversiamo in salita verso le due baite affacciate sul lago (che potremmo chiamare Loro di mezzo...) dove si trova ancora qualche traccia della passata vita degli alpigiani in questo panoramico ma anche faticoso luogo.. [foto da 18 a 24].

 Proseguiamo salendo direttamente il pendio che porta all'Alpe Loro di sopra ca. 1620 m. con le baite allineate lungo un ripiano posto sotto a un primo salto roccioso; scendiamo poi per vedere le altre costruzioni di Loro di sotto (dove vediamo una bella marmotta, già ingrassata in preparazione dell'inverno); da qui si potrebbe anche scendere direttamente verso il lago, ma preferiamo tornare più tranquillamente lungo il sentiero seguito in salita.

 Superate le costruzioni dell'ENEL si continua lungo la mulattiera che ritorna verso il Lago di Antrona, con belle aperture panoramiche verso il lago, si traversa il canale del Riale del Sajont (che incontreremo poi più in basso con la sua bella cascata), e si arriva all'Alpe Ronco (che in verità, con le sue baite tutte ristrutturate e usate in gran parte come case di vacanza, non si potrebbe più definire un Alpe...).

 Da Ronco si segue il percorso segnalato (cartelli) verso la cascata che si raggiunge dopo un tratto nel fitto bosco; il passaggio costruito sotto la cascata del Riale del Sajont è molto suggestivo e spettacolare (anche in questa occasione, nonostante la poca acqua...), ed è senz'altro una bella attrattiva per i turisti.

 Proseguendo si costeggia il lago superando sul ponte l'immissario (il Rio Troncone), e si ritorna al parcheggio lungo il versante destro idr. passando prima dall'Alpe Piascel 1100 m.

    Difficoltà T/E (EE per la visita alla zona dell'Alpe Loro).

 Tempo per il giro dei laghi (esclusa la visita all'Alpe Loro), circa 4 ore.

 


vai alle immagini →  



vai alle immagini →  












 


Cerca nel sito www.in-montagna.it :

in Valgrande...  ← in Valgrande Foto © www.in-montagna.it (e-mail)


   Val Bognanco :