in Montagna...
Torna alla Home Page

Visita alla Cima Lavaggio e dintorni...


  Mogliane, Fossati, Sassiglioni e la Cima Lavaggio 1594 m. da Chiesa di Vocca...

 

 Una escursione che, dal piccolo e sparso (comprende sette frazioni) Comune di Vocca, raggiunge la panoramica sommità della Cima Lavaggio, un giro fattibile anche in inverno in assenza (o quasi...) di neve; anzi, è forse proprio questa stagione la più consigliabile per salire a questa cima vista l'esposizione al sole durante la salita, perchè nelle stagioni intermedie e in estate si potrebbe un pò "soffrire" per il caldo...

 Naturalmente, anche in questa occasione e vista la relativa brevità dell'escursione, vale certamente la pena dedicare del tempo alla visita dei nuclei abitati presenti in zona, in questo caso le piccole frazioni di Mogliane, Fossati e Sassiglioni, le quali si possono anche raggiungere in auto salendo da Vocca lungo una stradina asfaltata, ma è preferibile e più piacevole salire a piedi dalla piana dove scorre il Sesia (o la Sesia come preferiscono alcuni...), come si faceva "una volta", lungo le vecchie mulattiere che si usavano prima della costruzione delle strade carrozzabili.

 Il percorso verso la Colma di Lavaggio è ben segnalato (i segni di vernice del sentiero 220 iniziano dalla frazione Mogliane), e i dettagli e le informazioni si possono reperire come al solito sull'ottimo sito internet del CAI Varallo : Link.

sulla Cima Lavaggio...
sulla Cima Lavaggio...
 

 Con Daniela partiamo dal parcheggio a fianco della Chiesa parrocchiale di San Maurizio Martire alla Frazione Chiesa di Vocca, sul lato opposta della strada della Valsesia si trova il Municipio al cui lato sale una mulattiera in direzione di Sassiglioni; un'altra mulattiera sale anche dalla successiva frazione Bettola verso Mogliane e Fossati, attualmente però questo percorso è "ufficialmente" chiuso a causa di alcune piccole frane occorse mesi or sono (in verità sembra che sia più che altro impedita la salita a Mogliane, mentre per Fossati si incontra solo un punto in cui occorre un poco di attenzione, ma in pratica non ci sono difficoltà degne di nota).

 In questa occasione, da Fossati (il nucleo più "piccolo" tra le tre frazioni), dove si trova l'Oratorio dello Sposalizio di Maria Vergine, seguiamo la stradina asfaltata verso Mogliane, e prima di iniziare la salita scendiamo tra le case e fino all'Oratorio di San Michele Arcangelo, mentre guardando a monte si vedeva la cresta illuminata dal primo sole che dobbiamo raggiungere; risaliamo portandoci presso il lavatoio da dove si continua nel bosco passando dall'Alpe il Campo 750 m. e continuando la salita in seguito si intravede tra le piante sulla destra, il poggio dove si trova l'Alpe Prà Fontana (che questo sentiero segnalato non raggiungerà), e più in alto si nota anche una bella crestina rocciosa.

 Proseguendo si entra in una luminosa faggeta (mentre in precedenza il bosco era composto più che altro da roveri) dove si trovano le baite riattate di Prà Piano 900 m. in seguito il sentiero traversa passando accanto a una baita isolata e raggiunge le prime costruzioni dell'Alpe Boscosa 913 m. e poco più in alto una grande baita accanto all'immancabile arbul dove si trovano ancora alcuni "reperti" del passato.

 Continuando la salita con le prime aperture panoramiche, si iniziano a trovare anche le prime piante di Erica la cui fioritura è ormai iniziata a queste quote, e si arriva al largo pianoro dell'Alpe Pian Lavaggio 1100 m. certamente l'alpeggio più "piacevole" incontrato in questo giro, un luogo tranquillo e panoramico dove facciamo una breve sosta e poi ricominciamo la salita verso la cresta che si vede in alto, e giungiamo così all'ultimo alpeggio, il più alto di questo percorso, l'Alpe Lavaggio 1170 m. anch'esso posto in un bel punto panoramico.

sulla crestina...
sulla crestina...

 Dopo l'Alpe Lavaggio il sentiero sale diventando meno evidente, ma sempre senza difficoltà e rimane comunque ben segnalato, passa da una zona con formazioni rocciose di peridotiti (nell'eventualità assai improbabile che a qualcuno interessasse la definizione scientifica : Link), e progressivamente il pendio diventa più ripido con la traccia che sale con numerosi tornanti, mentre l'ambiente diventa piuttosto suggestivo con i colori "caldi" di questo periodo invernale senza neve, e infine si raggiunge la Colma di Lavaggio 1523 m. Fino a qui, circa 3 ore.

 Verso sud prosegue una sorta di "promontorio" che raggiunge la sommità Sasso della Colma, mentre verso nord-est la crestina porta, dopo una prima anticima, in circa 30 minuti sulla Cima Lavaggio 1594 m. il percorso della crestina, con buone condizioni, non presenta particolari difficoltà.

 Il panorama da questo punto è notevole, anche in questa giornata dove la visibilità non è certo ideale, lo sguardo è attratto in particolare verso la zona della Valbella dove tornano alla mente gli interessanti giri fatti in passato da quelle parti... verso nord si vede in basso l'abitato di Meula, mentre tra le cime innevato più alte e lontane, spicca l'inconfondibile Tagliaferro.

 Una pausa su questa tranquilla montagna nei pressi della roccia con incisa una Croce confinale tra i comuni di Vocca e Cravagliana, e torniamo a valle lungo il percorso seguito in salita, giunti sulla stradina asfaltata la seguiamo in direzione est raggiungendo il nucleo più "importante" dei tre abitati presenti in zona, Sassiglioni, dove inizialmente si passa presso l'Oratorio della Madonna della Neve e più avanti si trova Palazzo Antonini, un casato (link) i cui componenti hanno "dato lustro" alla Valsesia, come riporta una targa in marmo visibile in loco dove si ricordano un incisore, un protomedico (Link), un generale, uno scultore, uno psichiatra e un avvocato...

 Dal lavatoio si prosegue ancora per un tratto sulla stradina asfaltata verso est fino a raggiungere il pannello illustrativo del percorso che abbiamo seguito (foto 112), qui una stradina sterrata traversa nei campi, poi a un bivio si va a destra e dopo alcuni metri si raggiunge la bella e interessante Cappella del Piovale dedicata alla Madonna delle Grazie, qui inizia la discesa lungo la bella mulattiera che dopo aver superato su un ponte il Rio della Chiesa, conduce alla SP299 della Valsesia nei pressi del parcheggio.

 Per questo giro, circa 6 ore.

 Gennaio 2022 - Difficoltà E

 (EE per il tratto dalla Colma alla Cima Lavaggio)

immagini ↑→  



Cappella del Piovale...
Cappella del Piovale...

Erica valsesiana...

in Valgrande...  ← in Valgrande

Foto © www.in-montagna.it
(e-mail)