in Montagna...

Cima del Sassone e dintorni...

torna alla Home Page...
 

   Cima del Sassone 2085 m.


 Val Vigezzo > Toceno > Craveggia > La Vasca.

 Difficoltà E

 

 

 Una facile escursione ad una delle numerose cime che si incontrano salendo lungo il versante a nord della Val Vigezzo, la Cima del Sassone; in una giornata con previsioni meteo non certo incoraggianti, e infatti il giro si è svolto praticamente sempre nella nebbia, e tutto era anche piuttosto "bagnato"...

 Naturalmente varrà la pena tornare un giorno (in un periodo più favorevole), anche solo per capire dove siamo andati... in questi casi quando la visibilità è minima, ci si può concentrare sui particolari (i fiori ad esempio), ed anche gustarsi la particolare "atmosfera" che si coglie in queste occasioni, immersi nella nebbia... naturalmente (in particolare se non si conosce la zona), cercando di non "perdere" la giusta via sui sentieri di questa zona che non sono sempre chiari e ben segnalati...

 Con Fiorenzo saliamo in auto fino a La Vasca 974 m. (parcheggio) e seguiamo per un primo tratto il sentiero M31 che poi lasciamo per seguire una traccia sulla sinistra (segnalazioni in verde di una delle numerose corse in montagna), che sale traversando verso ovest e raggiunge la zona della Colma di Craveggia 1673 m. dove si trova l'Oratorio di San Rocco già raggiunto in precedenza durante una escursione invernale (Link); ed è questa l'occasione per vedere la roccia con le grosse coppelle nei pressi dell'Oratorio.

 Da San Rocco seguiamo il sentiero M29 (dando naturalmente la precedenza alle mucche che arrivavano dalla direzione opposta), e al successivo bivio (cartello per la Bocchetta del Rosario), seguiamo la meno evidente traccia sulla sinistra che sale traversando il versante; si passa a monte dell'Alpe Calanca e in seguito si incrocia il sentiero M25 che arriva da La Piana.

 Saliamo mentre la nebbia si fa ancora più fitta, e nei pressi della palina segnaletica saliamo alla Bocchetta della Cima scendendo brevemente sul versante opposto alla cappella della Madonna del Rosario 1955 m. ritornati al sentiero sul versante sud della crestina, traversiamo verso est in direzione del Sassone che riusciamo ad individuare grazie a una breve schiarita...

 Seguendo i segni di vernice rossa saliamo in breve alla Cima del Sassone 2085 m. dalla quale scendiamo subito vista anche la visibilità quasi nulla, proseguiamo poi lungo il sentiero che, superata una zona rocciosa, continua lungo l'erbosa dorsale passando dal Pizzo Formalone 2062 m.

 Si continua in discesa passando in una zona dove si vedono delle interessanti formazioni rocciose di colore "rosato" e poi di scende alla Bocchetta di S. Antonio 1841 m. con la sua Cappella che può offrire, in caso di necessità, un buon riparo; nei pressi si vedono alcune incisioni che però sono di non facile interpretazione, ormai consumate dal trascorrere del tempo.

 Per il ritorno a valle si scende lungo il buon sentiero M33 che passa da Cortignasco 1660 m. Crest 1247 m. e infine, traversando in discesa verso ovest, sbuca sulla stradina asfaltata per Blizz, poco prima del ponte presso La Vasca.

 Luglio 2020.

 Tempo per questo giro, circa 6 ore e mezza.

 

vai alle immagini →  



Cerca nel sito www.in-montagna.it :

in Valgrande...  ← in Valgrande Foto © www.in-montagna.it (e-mail)

  Valle Cannobina :


   Valle Vigezzo,
   Valle Isorno,
   Fenecchio
   e dintorni... :