in Montagna...

Corno di Cramec e laghetto del Groppo...

torna alla Home Page...
in Montagna in Ossola...


      Corno di Cramec 2729 m.

 San Rocco - Alpe Busin - Alpe Groppo - Baitello a 2200 m. - Altipiano a ca. 2500 m. - Corno di Cramec - laghetto a 2497 m. - Passo del Groppo - Alpe Groppo - Alpe Busin - San Rocco.

 Valle Antigorio > San Rocco di Premia.

 

 

 L'"ispirazione" per una escursione, può arrivare da diverse fonti, le guide cartacee, i vari siti internet, magari un incontro con qualcuno del posto che ti menziona un alpeggio che non conoscevi o che non avevi ancora considerato, oppure semplicemente osservando la cartina topografica...

 Ecco che, per questa occasione, guardando la zona della cresta tra il Corno di Cramec e il Passo del Groppo, le curve di livello fanno capire che sotto la bastionata della Corona di Groppo si trova un altopiano dove è presente anche un laghetto... e sempre le curve di livello fanno intendere che la salita al Corno di Cramec da lì, possa essere agevole...

 

 (Per il tratto iniziale, da San Rocco all'Alpe Groppo, vedi anche questa pagina).

 Si parte con Andrea da San Rocco di Premia 755 m. interessante paesino che un tempo era un centro importante per la Valle Antigorio, lo si intuisce anche guardando gli edifici "storici" dove si nota che qui era presente anche la Stazione dei Carabinieri; possibilità di parcheggio vicino alla Chiesa di San Rocco la cui costruzione è iniziata nel 1554, poi nel 1589 fu aggiunto il campanile, restaurata nel 1885 dopo i danni subiti nell'alluvione che colpì l'Ossola nel 1839.

 Dopo le ultime case del paese (in direzione di Passo), si trova sulla destra (cartello), il sentiero che traversa il prato e poi supera il Toce sul ponte, sulla sponda opposta si incrocia la stradina (sulla sinistra) che si percorrerà al ritorno; si prosegue (altro cartello indicatore) di fianco a un muretto per poi salire nel bosco dove si incontrano i primi tratti "scalinati", si sale traversando sulla destra lungo la cengia sopra la parete rocciosa, ambiente tipico di questa zona della Valle Antigorio.

 Si giunge all'Alpe I Bochi 930 m. (I Bocchi sulle mappe più antiche), proseguendo si arriva ai ruderi dell'Alpe Busin di sotto 1431 m. poste sulla destra del sentiero (I Busini) dove si trova anche una bella balma, poi si raggiunge un altro nucleo di baite a 1527 m che potremmo chiamare Busin di mezzo, e infine, salendo un costone si esce su terreno aperto sul pianoro dell'Alpe Busin di sopra 1696 m.

 Il sentiero traversa sulla sinistra entrando nel vallone del Rio Usella (Rio Isella) al cui culmine si trova il Passo del Groppo, la traccia diventa meno evidente ma sempre riconoscibile, si traversa il largo canale dove scorre il rio e poi si sale sulle pietraie dove in seguito si ritrovano gli scalini, si prosegue salendo sulla sinistra fino al bel dosso panoramico dell'Alpe Groppo 2017 m. (Alpe Crup), su una roccia di fianco alla casera si trovano incise delle iniziali e le date 1943/1945.


Link alla cartina ↓






 Dal bel dosso panoramico dell'Alpe Groppo si sale sulla sinistra traversando sotto le rocce di foto 10 seguendo inizialmente i segni di vernice del percorso che sale al Passo del Groppo, ci si avvicina a un canalino sulla sinistra, che si deve traversare appena possibile, per poi continuare la salita con percorso libero sui prati.

 Aggirando alcune balze rocciose (a tratti si trova anche una lieve traccia), si giunge su un pianoro a circa 2200 m. dove, inaspettato, si vede un baitello ormai pericolante... siamo a Corte di Cima; di fronte, su una roccia panoramica, un grosso "ometto" di pietra simile a quello che si trova all'Alpe Groppo e ad altri visti durante la discesa, probabilmente servivano anche come segnavia in caso di nebbia...

 Si sale con percorso via via sempre più panoramico, e pure molto piacevole, complice anche la bellissima giornata... e si giunge intorno ai 2500 metri sul variegato altopiano sotto la bastionata della Corona di Groppo, insospettabile la sua presenza guardando dal basso, sulla destra si vede anche il laghetto che visiteremo al ritorno.

 Sulla sinistra si vedono le giavine che portano verso la sommità del Corno di Cramec, si traversa sempre sulla sinistra raggiungendo la panoramica crestina finale che, senza difficoltà, conduce sulla cima del Corno di Cramec 2729 m.

 In questa giornata limpida, il panorama era davvero notevole... dalla Val Formazza, alle cime vicine, il Pizzo Quadro, il Madone e il Ritzberg visitato recentemente con un meteo molto diverso (link).

 La salita al Corno di Cramec da questo versante è facile, ma naturalmente bisogna tenere conto che da San Rocco sono duemila metri di dislivello...


 Ritornati sull'altopiano, traversiamo verso il laghetto a 2497 m. dove molto probabilmente l'acqua non è sempre presente; transitando sotto l'imponente bastionata della soprastante Corona di Groppo, si vede una larga rampa che sale alla cresta, e naturalmente diventa un possibile futuro giro da mettere in programma, realizzato poi due anni dopo, vedi questa pagina...

Si continua ancora verso sud in direzione delle cime dei Croselli, e si giunge al Passo del Groppo 2513 m. (ci si arriva scendendo e traversando poco prima sula versante di Groppo, dal passo vista sulla zona più a nord della Val Cravariola, e sulle cime intorno al Pizzo dell'Alpe Gelato.

 Dal Passo del Groppo si seguono i segni di vernice che fanno scendere inizialmente di fianco al canale e poi si traversa sulla destra ritornando così verso il tratto iniziale del sentiero percorso in salita, e il dosso dell'Alpe Groppo.

 Ritorno a valle lungo il percorso seguito in salita.

   Immagini del 8 agosto 2016.

 Tempo per questo giro, circa 11 ore e mezza. Difficoltà EE

 



vai alle immagini →  

















 


Cerca nel sito www.in-montagna.it :

in Valgrande...  ← in Valgrande Foto © www.in-montagna.it (e-mail)


   Antigorio :

   (sinistra orografica)


   Val Formazza :