in Montagna...

Pizzo Cortefreddo

torna alla Home Page...
in Montagna in Ossola...


      Pizzo Cortefreddo 2499 m.

 Domodossola > Valle Antigorio > Crodo > Maglioggio.

 

 


 il Pizzo Cortefreddo (chiamato anche Cima del Ferso), è una montagna poco frequentata a sud del Passo della Forcoletta, sulla cresta che poi prosegue verso il Pizzo dei Quattro Pilastri e il Monte Larone.

 Richiede un relativamente lungo avvicinamento (per chi non è "abilitato" a usare le strade che permettono di salire con l'auto in quota, verso Aleccio o in Valle Agarina), ma la presenza della bella e ben costruita mulattiera che da Maglioggio sale al passo, permette agli escursionisti con un minimo di allenamento, di superare il discreto dislivello senza problemi.


 Una successiva visita a questa cima, unitamente al vicino Pizzo dei Quattro Pilastri, lungo un percorso piĆ¹ impegnativo salendo lungo il versante ovest, su questa pagina.

 

 A Crodo si segue la strada che, superando il Toce sul ponte, sale a Maglioggio 682 m. con Fiorenzo seguiamo le indicazioni (cartello in legno), che dalla piazzetta (parcheggio) sale tra le case del villaggio passando poi presso il monumentale castagno secolare.

Link alla cartina ↓



 La mulattiera esce sulla stradina asfaltata presso la Cappella della Pace, la si segue fino al ponte sul Rio Antolina, dopo il ponte (cartello) si lascia la stradina per salire nel bosco, si passa presso la baite di Salera ca. 1200 m. e in seguito si incrocia nuovamente la strada poco primo di Croppo.

 Si continua verso la Piana di Aleccio 1440 m. tra le numerose baite ristrutturate (grazie alla presenza della strada), dietro la Cappella i cartelli indicano di proseguire a sinistra lungo la stradina mentre i segni di vernice indicano a destra... al ritorno, seguiamo appunto un sentiero segnalato, più diretto, che passa tra le baite poste sulla destra (sud).

 Guardando verso sud, spicca il Monte Larone (link), e osservando bene, si vede anche il sentiero che traversa il suo versante nord, percorso in un interessante giro precedente : link.

 Si giunge al termine della strada e il sentiero continua salendo alle panoramiche baite di La Colla ca. 1600 m. la bella mulattiera prosegue poi con un lungo traverso nel bosco, prima di continuare la salita in ambiente più aperto; durante la salita si ha modo di ammirare il lavoro fatto in passato per costruire questa lunga mulattiera che sale con regolare pendenza, e si guadagna dislivello senza fatica.

 Di fronte si vede il roccioso versante del Pizzo dei Quattro Pilastri, che da questa prospettiva appare più alto rispetta alla nostra meta... si passa presso il baitello dell'Alpe Preloggia ca. 1800 m. più in alto si continua sui prati (passando accanto al caratteristico "Sasso del Diavolo"), e in breve si raggiunge la selletta erbosa del Passo della Forcoletta 2359 m. (fino a qui, circa 3 ore e mezza); la mulattiera prosegue verso la galleria e il soprastante Passo della Fria, accesso per la Val Cravariola, in basso si vede il Lago di Matogno.


 La salita al Pizzo Cortefreddo dal passo, appare impraticabile, si scende allora per alcune decine di metri e poi si traversa verso sud il ripido versante erboso, più avanti conviene salire e continuare accanto alle rocce (percorso più "comodo"), in alto si vede l'unico punto [foto 42], che permette l'accesso ai pendii sul versante sud-est (senza dover scendere troppo in basso per traversare...), qui si trova un saltino roccioso e un primo tratto dove occorre un poco di attenzione per i detriti scivolosi presenti, più in alto il terreno, anche se ripido, è facile, e salendo sui prati si giunge sulla cima del Pizzo Cortefreddo 2499 m. verso nord si vede il Pizzo del Forno e la cresta che dalla Cima di Meri sale al Pizzo di Bronzo, percorsa in un precedente giro : link.

 Ritorno lungo il percorso di salita.

 Tempo per la salita, circa 4 ore e mezza; per il giro descritto, circa 7 ore e mezza. Difficoltà E/EE

   Luglio 2017.




vai alle immagini →  











 


Cerca nel sito www.in-montagna.it :

in Valgrande...  ← in Valgrande Foto © www.in-montagna.it (e-mail)


   Antigorio :

   (sinistra orografica)


   Val Formazza :