in Montagna...

Pizzo Pioltone (dal versante nord)

torna alla Home Page...
in Montagna in Val Divedro e Val Bognanco...


     Pizzo Pioltone (Camoscellahorn) 2612 m. per il versante nord da Rosi - Zwischbergental



 (Gondo) Geri > Rosi > Alpji > Pizzo Pioltone > San Bernardo > Gomba > San Lorenzo.

  Difficoltà F
 

 

 Visita a una delle (numerose...) montagne che ancora non avevo salito, il Pizzo Pioltone, la più frequentata (in tutte le stagioni), cima della Val Bognanco, salita solitamente per il facile e monotono versante sud-ovest dal Passo di Monscera.

 Viene salita qualche volta anche per la più impegnativa cresta est, il versante nord invece sembra dimenticato...
 La salita da questo versante non è mai troppo impegnativa, ma si possono trovare tratti umidi o bagnati, roccette instabili e pietrisco, che richiedono attenzione.

 Un giro dai forti contrasti, aspro, selvaggio e solitario il versante Svizzero di salita, tranquillo, rilassante (e affollato...), il versante disceso in Val Bognanco...

 


 Da Gondo (CH) si segue la stradina della Zwischbergental (Val Vaira) fino a Geri (poco dopo Hof), qui si scende a traversare il Grosses Wasser sul ponte per risalire ai casolari di Rosi (Roosi) 1092 m.

 Si sale nella faggeta alle spalle delle baite, sul ripido costone posto sulla destra idrografica del Rosigrabe, dopo un tratto si trova il vecchio sentiero (che in verità doveva essere una bella mulattiera), che sale a tornanti sempre su terreno ripido, per un buon tratto rimanendo a fianco di una bastionata rocciosa [foto 5].

 Si trova qualche saltuario segno di vernice blu (messo giustamente solo quando serve...), in seguito la traccia diventa meno evidente ma quasi sempre visibile (è usata anche dagli animali), si giunge su una gobba erbosa [foto 7] dove si vede a destra il canale del Rosigrabe, si continua sempre sulla dorsale tra i larici con qualche apertura panoramica in particolare verso la zona del Monte Leone, e con un ultimo tratto nel rado bosco tra l'erba [foto 9], poggiando sulla sinistra, si arriva ai ruderi di Alpji 1839 m. di fronte il Seehorn, dietro al quale si vede la Weissmies.

 Si prosegue sempre lungo il costone seguendo sporadiche tracce di passaggio degli animali, si trovano alcuni tratti su roccette e ci si affaccia sul versante del Bielgrabe (di fronte si vede il Pizzo L'Omasca), il costone piega un poco sulla destra e dopo un ultimo tratto più affilato sale verso un canalino sulla sinistra [foto 21 e 22] che si segue per un tratto, poi si continua sulla destra tra gli intricati ontanelli; qui la progressione è stata lenta e molto disagevole, e non si poteva vedere dove stavo andando (tanto che ho iniziato a pensare ad una possibile rinuncia...), fortunatamente in seguito si esce dall'intricata vegetazione [foto 23 e 27], dove si inizia a vedere la cresta sommitale.

Link alla cartina ↓
 Si sale sul pendio ripido portandosi progressivamente verso sinistra (est) con bella vista verso il fondovalle dove si trova Gondo, vicino ai 2300 m. si arriva vicino al canale di foto 34 che in questo tratto non appare però praticabile, si continua allora a salire sul costone puntando a una paretina rocciosa sotto la quale si trova una cengia che, verso ovest [foto 42], percorre il versante nord della montagna (si vedono tracce di animali sulla cengia, ma non so se sia interamente percorribile...).

 Traversando invece in direzione opposta, si aggira la paretina e si continua a salire fin verso i 2400 m dove si può entrare nel canale terminale [foto 46] che si risale poggiando a tratti sulla sinistra dove il terreno è migliore, e in breve si esce sulla cresta a poca distanza dalla cima del Pizzo Pioltone 2612 m.



 Discesi sul pendio del versante sud-ovest al Passo di Monscera 2103 m. se si deve tornare a Gondo naturalmente si divalla nella Zwischbergental, in questa occasione, usando i mezzi pubblici, sono sceso a San Bernardo dove ho seguito la stradina/sentiero che passando dall'Alpe Gallinera e Gomba scende a San Lorenzo, capolinea dell'autobus della Val Bognanco.


 Tempo per la salita, da Geri, circa 4 ore e mezza.

   Immagini del 3 agosto 2015.



vai alle immagini →  








 


Cerca nel sito www.in-montagna.it :

in Valgrande...  ← in Valgrande Foto © www.in-montagna.it (e-mail)


   Veglia - Devero :



   Val Divedro
   Sempione :