in Montagna...

Visita a Soriso (e a Gargallo)...

torna alla Home Page...
- Tra due laghi - Vergante, Valle dell'Agogna, Mottarone, e dintorni...


 

 Una camminata tra le vie di Soriso, comune posto a sud del Lago d'Orta (vicino a Bugnate e Auzate, visitati in un precedente giro : Link) e anche una breve visita al vicino paese di Gargallo un poco più a sud.

  Link : Comune di Soriso   -   Repubblica di Soriso

 

 Soriso si può raggiungere da Gozzano, all'uscita del paese si segue la strada per San Maurizio d'Opaglio e si trova la deviazione sulla sinistra che, lungo la Provinciale 45 della Cremosina, porta a Soriso.

 Il paese è risultato piacevole e interessante da visitare, sono presenti alcuni edifici storici degni di nota, coma Villa Emilia posta all'ingresso del paese (qui qualche possibilità di parcheggio), poi Casa Buzzi e il Palazzo Ravizza.

 A fianco della strada che arriva a Soriso si trova l'Oratorio di San Rocco, altri edifici religiosi presenti sono l'Oratorio di S. Marta che risale al XIII secolo e probabilmente è stata la prima Chiesa costruita a Soriso; si notano in alto, sulla facciata, le nicchie destinate a contenere due statue ma l'opera è rimasta incompiuta.

 Sul colle che domina il paese, spicca la Chiesa Parrocchiale di San Giacomo (XIV secolo) costruita in posizione dominante sui ruderi di un antico castello, e l'impressione è proprio quella di entrare in una costruzione fortificata, infatti esiste solo un ingresso tramite un portone (portone che durante la prima visita era chiuso, per cui ci siamo limitati a girare intorno al colle, ma ritornati dopo qualche settimana la porta era aperta... vedi le ultime foto, dalla 73 in avanti).

 La Chiesa è circondata da un imponente porticato che circonda tutto l'edificio, sorretto da 36 colonne di granito (questo porticato mi ha fatto ricordare la bella Chiesa di Crego in Valle Antigorio...).


 Ma l'edificio religioso più noto della zona è senz'altro il Santuario/Oratorio di Santa Maria della Gelata situato fuori dal paese di Soriso lungo un percorso che porta in Valsesia, il nome naturalmente fa pensare che il luogo, in inverno, sia molto freddo.

   Santuari del Répit :

 A conferma che, se si ha un minimo di curiosità per il territorio che si visita, si può imparare sempre qualcosa di nuovo durante queste escursioni, ecco che a Soriso, camminando verso la Madonna della Gelata si vedono dei cartelli indicatori con la scritta "Santuario del Répit" (Répit era un termine in verità per me sconosciuto...); i Santuari del Répit erano sorti per cercare di ovviare al fatto che i bambini che non sopravvivevano dopo la nascita e di conseguenza non facevano in tempo ad essere battezzati, erano destinati al limbo, e in questi Santuari (presenti più che altro in Piemonte, tra la Valsesia e l'Ossola) si celebrava un rito che aveva come obiettivo quello di riportare alla vita il neonato per "il tempo di un respiro" così da poterlo battezzare... Link : Mai vivi, Mai morti.

 Girando tra le vie di Soriso si nota che ai lati di numerose stradine interne, stradine che possono essere abbastanza "ripide", sono stati installati dei corrimano per facilitarne il percorso... Un'altra cosa interessante e degna di nota, sono i caratteristici ingressi che dalle strade portano al cortile interno degli stabili.


 Una breve digressione nelle vicinanze porta al paese di Gargallo dove bisogna segnalare la bella Chiesa Parrocchiale di San Pietro le cui origini risalgono al XIII secolo, il suo interno è caratterizzato da alte e imponenti colonne, Link : Parrocchiale di San Pietro.

vai alle immagini →  



vai alle immagini →  





  •  
    Link alle pagine :

    in Ossola

    (e dintorni)
     Percorsi sulle
    "nostre" montagne...

     
    in Montagna
    altre montagne,
    altri percorsi...

Cerca nel sito www.in-montagna.it :

in Valgrande...  ← in Valgrande Foto © www.in-montagna.it (e-mail)